Smith & Wesson 929

La novità che lascia a bocca aperta

Agli occhi di qualcuno sembrerà un fotomontaggio fatto per prendere in giro, altri rimarranno increduli, ma è tutto vero: Smith&Wesson 929.

Si sa, i revolver sono armi che prediligono munizioni con un grande stopping power (potere d’arresto), utili sopratutto nella difesa personale e in grado di far provare forti sensazioni a chi ne impugna uno. Smit&Wesson, una delle Leader indiscusse nella realizzazione di questi tipi di arma, ha deciso di stravolgere tutto, immettendo sul mercato un revolver pensato per le gare e con un munizionamento inaspettato: il 9×21.

E c’è di più, la completa realizzazione è stata curata fino all’ultimo dettaglio dal Performance Center.

 Le pistole Performance Center , come questa fantastica 929, provengono da progetti standard o vengono create da zero.  Dal taglio e montaggio manuale alla messa a punto per la precisione, queste armi da fuoco garantiscono prestazioni al top.  I prodotti del Performance Center sono la massima espressione dell’artigianato del vecchio mondo unito alla tecnologia moderna.

Il RECORD della S&W 929

Oltre allo studio di questi preparatissimi ingegneri, il revolver 929 porta la firma di uno dei tiratori più leggendari della nostra era: Jerry Miculek, che proprio con questa arma ha battuto un record mondiale, colpendo un bersaglio posto a 1000 yards di distanza (circa 915 metri).

Caratteristiche

Ma veniamo ai fatti concreti, quali sono le principali peculiarità di questa arma?

Telaio e canna sono completamente realizzati in acciaio inossidabile con finitura opaca, utile per aumentare ancora più il grip e conservare l’arma al meglio da graffi e dall’usura. Per il cilindro è stata adottata una lega di titanio, più resistente dell’acciaio ma allo stesso tempo più leggero.

Proprio la scelta di questo materiale, così leggero, aiuta tutta l’azione a essere più fluida, stravolgendo l’operatore abituato ai classici revolver. Canna da 6,5 pollici con freno di bocca rimovibile tramite una semplice brugola, dando la possibilità di personalizzare l’arma a proprio piacimento.

Alcuni appassionati hanno avuto a che dire su quello spazio vuoto fra il frame e il cilindro, alludendo ad un lavoro poco studiato dagli ingegneri Smith&Wesson. Beh se anche voi la pensate così fareste bene a ricredervi! Quello spazio è studiato propio per garantire al tiratore la perfetta presa dell’arma evitando di ridurre il frame e rendere questo revolver scomodo, poco intuitivo e non adatto alle sollecitazioni.

Prova a fuoco della Smith&Wesson 929

Il cilindro da 8 colpi in titanio fa la differenza è lo si nota. La completa azione, grazie anche all’intervento del Performance Center, è fluida come nessun’altra, permettendo al tiratore di non affaticare molto la mano e intraprendere una sessione di tiro anche più lunga del normale. Complice sicuramente anche l’impugnatura in gomma, ben sagomata e con una texture antiscivolo. La canna da 6,5 pollici rende la precisione il suo forte. Tacca di mira e mirino sono ben realizzate, e dopo una minima taratura, sono pronte all’uso. Il freno di bocca aiuta veramente, riducendo il rilevamento dell’arma e aiutando il tiratore a ritornare in posizione dopo ogni colpo

S&W 929 Performance Center è proprio questo: una rivoluzione di design, è la voglia di tenersi aggiornati stupendo gli appassionati di tutto il mondo con un prodotto nuovo e senza precedenti.

Scheda riassuntiva dei dettagli tecnici della Smith&Wesson 929

Subscribe
Notificami
guest
0 Comments
Inline Feedbacks
View all comments
Questo sito utilizza i cookie per offrirvi una migliore esperienza di navigazione. Navigando in questo sito web, l'utente accetta l'uso dei cookie da parte nostra.